(didattica -> corsi di laurea attivi -> Ingegneria Civile magistrale)

Corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile








Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile è il naturale prosieguo della formazione universitaria dei laureati in Ingegneria Civile e Ambientale presso l’Università degli Studi di Napoli Parthenope. Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile è un corso del secondo ciclo degli studi universitari che si propone di formare ingegneri in grado di affrontare gli aspetti più avanzati della progettazione e della realizzazione delle opere di ingegneria civile. Il corso di studio si caratterizza per contenuti teorici approfonditi e studi specialistici in un determinato campo disciplinare. In particolare, il corso di laurea magistrale focalizza le attività formative soprattutto sulla progettazione di strutture ed infrastrutture ad uso civile ed industriale, costruite anche in zona sismica quali, ad esempio, strutture in cemento armato, in precompresso e in acciaio, acquedotti e fognature, ponti e viadotti, fondazioni superficiali e profonde, opere di sostegno, rilevati e costruzioni in sotterraneo nonché impianti di condizionamento dell’aria e interventi mirati al risparmio energetico negli edifici, con specifica padronanza nell’utilizzo dei materiali per le costruzioni, sia tradizionali che innovativi, e sicura competenza nei sistemi informativi territoriali più avanzati.

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile fornisce una solida preparazione degli aspetti teorico-scientifici, sperimentali e applicativi dell’ingegneria strutturale, geotecnica ed idraulica mirata ad identificare, formulare e risolvere, anche in modo innovativo, problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare. La continua applicazione di tecniche, tecnologie e metodi ai problemi concreti fornisce il taglio squisitamente progettuale che caratterizza la laurea magistrale

Al seguente link è possibile consultare il contenuto integrale dell’ordinamento didattico del corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile, relativo alla sezione denominata RAD della banca dati nazionale dell’offerta formativa.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Gli sbocchi professionali che si offrono al laureato magistrale in Ingegneria Civile sono tutte le strutture pubbliche e private che si interessano di pianificazione, progettazione, realizzazione e gestione di opere di ingegneria civile. In particolare, il laureato potrà trovare collocazione presso:

  • - società di ingegneria e studi professionali di progettazione;
  • - imprese di costruzione e manutenzione di opere, impianti e infrastrutture civili;
  • – studi professionali e società di progettazione;
  • – uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione e controllo di sistemi urbani e territoriali;
  • - agenzie regionali, nazionali di controllo e protezione ambientale;
  • – aziende, enti, consorzi ed agenzie di gestione e controllo di sistemi di opere e servizi;
  • – istituti di ricerca;
  • – aziende produttrici di materiali di base, semilavorati e componenti;
  • – società di servizi per lo studio di fattibilità dell’impatto urbano e territoriale delle infrastrutture.

Il laureato magistrale in Ingegneria Civile potrà esercitare la libera professione e potrà iscriversi presso l’albo degli Ingegneri, sezione A, settore Civile.