(didattica -> corsi di laurea conclusi -> Ingegneria Industriale)

A partire dall'anno accademico 2009 / 2010, il Corso di Laurea in Ingegneria Industriale è stato trasformato, ai sensi del D.P.M. 22 Ottobre 2004 n°270, nel Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale (percorso area industriale).

La facoltà assicura, comunque, agli studenti già iscritti, di concludere gli studi conseguendo il relativo titolo. Per cui nell'a. a. 2009 / 2010 saranno regolarmente impartiti gli insegnamenti relativi al 2° e 3° anno del corso di laurea in Ingegneria Industriale mentre nell'a. a. 2010 / 2011, saranno organizzati i soli insegnamenti del 3° anno di tale Corso.

Gli studenti laureati in Ingegneria Industriale potranno iscriversi, senza alcun debito formativo, al corso di laurea magistrale in "Ingegneria per la gestione dell'energia e delle ICT per i trasporti", che prevede due diversi percorsi formativi, uno per l'area industriale ed uno per l'area dell'informazione.

Il corso di Laurea di primo livello in Ingegneria Industriale – classe 10 - dura 3 anni con complessivi 180 CFU. In particolare il corso presenta 15 moduli di insegnamento obbligatori, 3 moduli a scelta per un totale di 27 CFU, una attività di tirocinio per 9 CFU, prova finale e lingua inglese per totali 9 CFU. Il Corso di laurea presenta un percorso formativo che prevede una solida preparazione di base ingegneristica con l’obiettivo di creare un tecnico esperto nella progettazione, nella realizzazione e nella gestione di impianti di produzione dell’energia, degli impianti di distribuzione elettrica e termica.

Particolare attenzione è rivolta alle tematiche del risparmio energetico con specifico riferimento all’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia in impianti sia civili che industriali. Sempre in tema di risparmio energetico, la figura professionale proposta avrà competenze nel settore del recupero e del riciclo dei residui industriali. Infine, per completare le competenze impiantistiche verranno affrontate le problematiche della misura, del controllo e della gestione degli impianti industriali, nonché della loro sicurezza. La formazione di tecnici esperti di gestione della sicurezza industriale è una necessità particolarmente avvertita dalle aziende, dagli enti e dalle istituzioni regionali e nazionali.

Gli aspetti normativi del settore saranno parte integrante della preparazione dello studente, cosi come gli aspetti di realizzazione degli impianti che saranno affrontati mediante esperienze in campo.

Il Corso di Laurea presenta due diversi percorsi formativi, il primo denominato "Impianti termoelettrici" che approfondisce la progettazione, la realizzazione delle reti energetiche, il secondo denominato “Sicurezza e Ambiente”, che cura gli aspetti relativi alla gestione, alla sicurezza e al controllo degli impianti, è patrocinato dalla Direzione Regionale dell’INAIL.

Sono previsti particolari percorsi formativi per gli studenti lavoratori e per gli studenti non a tempo pieno.

Ambiti Occupazionali previsti per i laureati

L’Ingegnere industriale laureato presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Parthenope ha ampie possibilità di sbocchi occupazionali in quanto associa nella figura di un unico tecnico le particolari competenze richieste all’energy manager. Infatti, non è ancora presente nel quadro dell’offerta formativa nazionale un specifico percorso didattico che formi tale esperto in grado di affrontare contemporaneamente le problematiche legate ai settori elettrico, meccanico e recupero dei residui industriali. Tale figura è fortemente richiesta dall’intero panorama industriale, indipendentemente dallo specifico settore manifatturiero.

Gli obiettivi formativi sono orientati all'inserimento nel mondo del lavoro già al conseguimento della laurea di primo livello, con opportunità nell'industria privata, nel terziario avanzato e nei settori tecnici e gestionali della pubblica amministrazione.

Si sottolinea che nel rapporto Università e Lavoro 2006, pubblicato dall’ISTAT, si riporta che il 92,5% dei laureati in Ingegneria Industriale ha trovato una occupazione stabile entro tre anni dalla laurea.

Iscrizione all’Ordine

Il titolo di studio conseguito consente, a seguito di tirocinio ed esame di stato, l’iscrizione alla sezione B dell’Albo degli Ingegneri – Settore Industriale nonché al Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati.

torna su