(didattica -> corsi di laurea attivi -> Ingegneria della Sicurezza dei Dati e delle Comunicazioni magistrale)

Descrizione generale

Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria della Sicurezza dei Dati e delle Comunicazioni forma ingegneri specializzati nello sviluppo di metodologie di protezione per i moderni sistemi di elaborazione delle informazioni, caratterizzati da requisiti di sicurezza sempre più stringenti.

Alcune delle tematiche affrontate nel corso di Laurea Magistrale in Ingegneria della Sicurezza dei Dati e delle Comunicazioni, che si inserisce all’ambito più generale della Security Engineering, riguardano

  1. la sicurezza delle reti e dei sistemi di comunicazione;
  2. l’elaborazione numerica dei segnali;
  3. la progettazione dei circuiti elettronici;
  4. la teoria dell’informazione e la crittografia;
  5. l’analisi dei processi aziendali per la gestione del rischio.

Requisiti di ammissione

L'immatricolazione al Corso di Laurea Magistrale è riservata agli studenti in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio anche conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dal competente Consiglio di Corso di Studio. L'immatricolazione è in ogni caso subordinata alla verifica sia del possesso di requisiti curriculari sia dell'adeguatezza della personale preparazione dello studente.

Requisiti curriculari

  1. Il possesso dei requisiti curriculari si ritiene automaticamente verificato con il possesso della laurea universitaria di durata triennale nella classe L-8 Ingegneria dell'Informazione.
  2. Qualora lo studente non soddisfi tale requisito, dovrà acquisire (o nella laurea triennale o attraverso verifiche di profitto di singoli insegnamenti) prima dell'immatricolazione alla laurea magistrale, il numero minimo di CFU per i settori scientifico-disciplinari di base e caratterizzanti come di seguito riportato:
    1. Almeno 30 CFU nei seguenti settori scientifico-disciplinari: MAT/02, MAT/03, MAT/05, MAT/06, MAT/07, MAT/08, MAT/09, ING-INF/05, FIS/01, FIS/03, ed INF/01;
    2. Almeno 9 CFU di ING-INF/01 e ING-INF/05;
    3. Almeno 15 CFU ING-INF/02 e ING-INF/03;
  3. Qualora lo studente non rientri nei requisiti di cui al comma 2 per un difetto non superiore 6 CFU, la domanda di ammissione sarà valutata dal Consiglio di Corso di Studio;
  4. Ai fini del computo dei requisiti di cui al comma 2, possono essere considerati anche CFU acquisiti in SSD diversi ma considerati affini dal Consiglio di Corso di Studio e, successivamente, deliberati in Consiglio di Dipartimento.

Preparazione personale
  1. L'adeguatezza della personale preparazione si ritiene automaticamente verificata nel caso di titolo di primo livello conseguito in un numero di anni pari al numero di anni previsti dalla tipologia di impegno (tempo pieno, non a tempo pieno).
  2. L'adeguatezza della personale preparazione si ritiene automaticamente verificata nel caso di titolo di primo livello conseguito con un voto di laurea non inferiore a 105.
  3. L'adeguatezza della personale preparazione si ritiene automaticamente verificata nel caso di titolo di primo livello conseguito con un voto di laurea superiore o uguale a 92 in un numero di anni non superiore al doppio del numero di anni previsti dalla tipologia di impegno (tempo pieno, non a tempo pieno).
  4. L'adeguatezza della personale preparazione si ritiene NON verificata nel caso di titolo di primo livello conseguito con un voto di laurea inferiore a 92 in un numero di anni maggiore del numero di anni previsti dalla sua tipologia di impegno (tempo pieno, non a tempo pieno).
  5. Nel caso in cui non sussistano le condizioni di cui ai precedenti commi 5, 6, e 7, la valutazione dell’adeguatezza della personale preparazione verrà effettuata tramite un esame di ammissione. La valutazione per l’ammissione è affidata alla Commissione Ammissione alla Laurea Magistrale composta da almeno 3 docenti afferenti al Consiglio di Corso di Studio, proposta per ogni anno solare dal competente Consiglio di Corso di Studi e nominata dal Consiglio di Dipartimento.
  6. Gli esami di ammissione di cui al comma precedente devono essere in ogni caso sostenuti da studenti che abbiano conseguito il titolo di primo livello, avendo acquisito meno di 120 CFU mediante verifiche di profitto con voto.
  7. È inoltre richiesta la conoscenza della lingua inglese almeno pari al livello B2 del Common European Framework of Reference for Languages, ossia la capacità di utilizzare fluentemente in forma scritta ed orale la lingua inglese per uso tecnico.
  8. Gli studenti che non siano in possesso di adeguata certificazione, potranno seguire dei corsi erogati dal Centro Linguistico di Ateneo, al termine dei quali potranno sostenere l'esame per il conseguimento della certificazione B2, oppure, in alternativa, presentarsi direttamente agli esami. Nell’ambito dei requisiti di adeguatezza lo studente deve dimostrare di saper adeguatamente leggere e scrivere in lingua inglese. Tale adeguatezza è automaticamente garantita se lo studente ha conseguito almeno 3 CFU relativi ad una verifica di profitto di conoscenza della lingua inglese o in alternativa abbia conseguito un titolo in istituti accreditati individuati dal Consiglio di Dipartimento.

Nel caso di domande presentate da studenti con titolo di laurea di primo livello conseguito all’estero, sia l’adeguatezza della personale preparazione che i requisiti curriculari saranno valutati caso per caso dalla Commissione per l’Ammissione alla Laurea Magistrale.

In considerazione della necessità di verifica dei requisiti di iscrizione alla laurea magistrale, gli studenti interessati devono compilare una domanda di valutazione del possesso dei requisiti curriculari e della personale preparazione ai fini del rilascio del NULLA OSTA per l’immatricolazione o il trasferimento al corso di laurea magistrale.

L'esame prevede una prova scritta e si può sostenere fino a tre volte per ogni a.a.

Per maggiori dettagli si consulti la pagina:
http://www.ingegneria.uniparthenope.it/studenti/index.php?page=info#secondo

Obiettivi e descrizione del percorso formativo

Obiettivo principale del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria della Sicurezza dei Dati e delle Comunicazioni è quello di preparare laureati in grado di operare nei numerosi ambiti applicativi pertinenti l'Ingegneria della Sicurezza dei Dati e delle Comunicazioni, di promuovere e gestire l'innovazione tecnologica e di adeguarsi ai rapidi mutamenti del settore.

Le tematiche riguardano la sicurezza informatica, le reti di telecomunicazioni, la teoria dell'informazione e dei codici, i protocolli e le tecnologie di comunicazione, l'elaborazione dei segnali, la progettazione dei circuiti elettronici, l'optoelettronica, le applicazioni spaziali per l'osservazione della Terra.

Il percorso formativo si articola in due anni per complessivi 120 CFU, con 10 esami obbligatori, 3 a scelta, il tirocinio e la prova finale. Durante il secondo anno del Corso di Laurea in Ingegneria della Sicurezza dei Dati e delle Comunicazioni, lo studente svolge un tirocinio presso qualificate aziende o laboratori operanti nel settore dell'Information and Communication Technology, per un totale di 21 CFU. Il percorso formativo si chiude con la prova finale, svolta sotto la guida di un docente relatore.

Sbocchi occupazionali

L’ingegnere della Sicurezza dei Dati e delle Comunicazioni può operare con successo in diversi ambiti:

  1. imprese di progettazione, produzione ed esercizio di apparati, sistemi ed infrastrutture per l'acquisizione ed il trasporto delle informazioni e la loro utilizzazione;
  2. utility provider e gestori di infrastrutture critiche, ivi inclusi ospedali, banche e operatori del settore dei trasporti e militare;
  3. enti e aziende per le quali l'ICT è una tecnologia abilitante ormai irrinunciabile, come ad esempio il settore sanitario e quello automobilistico.

Seguici e tieniti aggiornato tramite la nostra pagina Facebook:
https://www.facebook.com/IngegneriaSDC.parthenope/

torna su